«Ti prego per Onèsimo, figlio mio, che ho generato nelle catene».

Fm 1,10

Paolo Veronese, Cena di san Gregorio Magno

«Al contrario, quando offri un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato perché non hanno da ricambiarti. Riceverai infatti la tua ricompensa alla risurrezione dei giusti».

Lc 14,13-14